venerdì 31 agosto 2012

I costi dell'Uzbekistan


In Uzbekistan il turismo vola alla grande dando diverse sistemazioni e buoni servizi per i turisti, ma i prezzi sono ancora contenuti. L’unico aspetto negativo sono i trasporti.

Noi siamo rimasti 13 giorni spendendo mediamente 26 € a testa, al giorno, tutto compreso.

Le camere doppie con colazione e wi-fi costano sui 25 $, ma nella capitale diventano 40$ o 50$.

Si può cenare bene anche con 5 $ a testa.

Gli ingressi ai siti sono differenziati, i turisti stranieri pagano molto di più, soprattutto a Samarcanda. Talvolta, lamentandosi, si ottiene uno sconto.

I treni sono comodi, ma i posti si esauriscono presto e bisogna acquistare i biglietti con molti giorni di anticipo. Gli autobus sono pochi e scomodi. Il modo migliore per muoversi sono i taxi collettivi.

I bancomat, se ci sono, sono vuoti o non funzionano, noi siamo riusciti a prelevare in un unico sportello della capitale: al Grand Mir Hotel. (I bancomat non sono nelle banche ma negli hotel più lussuosi).

Meglio portarsi contante da casa (preferibilmente dollari) e cambiarli al mercato nero, dove si ottiene il 30% in più. Cambiare al mercato nero è relativamente semplice e tranquillo.

Cambio ufficiale:                1$ = 1930 som
Cambio al mercato nero:   1$ = 2750 som ;  1€ = 3300 som

La carta moneta più grande è quella da 1000 sum = 30 cent di euro circa; quando si cambiano 100 $ ti danno i soldi in un sacchetto di nylon, perché sono tanti.

In Uzbekistan abbiamo percorso in totale 2100 km circa, tutti in taxi o treno.

A Tashkent c’è la metropolitana. 

Nessun commento:

Posta un commento